Caro amico ti scrivo

Caro amico ti scrivo

CARO AMICO

TI SCRIVO

La Storia

Questa storia è un omaggio all’amicizia. Il mio dono a un caro amico, Angelo Loguercio, vuole dire proprio questo, che l’amicizia è un valore molto importante nelle nostre vite.

Luigi Pellegrino

 

La mia storia è un omaggio all’amicizia, che per me è un valore molto importante, lo considero uno degli elementi fondamentali della nostra vita, come ci ricordano gli antichi avere un amico è come avere un tesoro. 

Il caro amico a cui ho deciso di regalare le scarpe scritte è Angelo Loguercio, di Sanza, cittadina ai piedi del monte Cervati. 

La nostra amicizia è relativamente recente, una decina di anni, però è una di quelle amicizie che sembrano perdersi nel tempo tanto sono solide e profonde, ci sentiamo spesso, ho avuto l’onore di battezzare il suo bambino, così adesso siamo anche cumpari, e questa è un’altra cosa che mi riempie di gioia e di soddisfazione.

Grazie ad Angelo, sono stato accettato nella comunità sanzanese come uno di loro, e anche questo è un fatto che mi riempie di orgoglio; lo voglio dire con semplicità,  non è una cosa facile, però quando avviene ti senti veramente uno di loro, diventi parte integrante di quella comunità.

Perché ho deciso di donare al mio amico le scarpe scritte?
In primo luogo perché fare scarpe è il mio lavoro; le scarpe fanno parte della mia identità perché il lavoro è parte della mia identità.

In secondo luogo perché le scritte che ho fatto tatuare sulle scarpe sono altrettante località del monte Cervati:  Vaddivona, I Fosse, Affunnaturu, A Nivera, Codda U Piru. Sono luoghi che Angelo adora, ci va in pratica ogni domenica, e insomma ho voluto mettere assieme il mio lavoro che è una parte della mia  identità con il Cervati che è una parte della sua identità, mi è sembrato il modo migliore per dimostrargli il mio affetto.

Infine ho scelto le scarpe scritte perché sono belle, la considero una bellissima idea, originale e fatta bene, e io lo so, perché come ho detto la fabbrica è il mio posto di lavoro.

Il messaggio che voglio dare è semplice e forte allo stesso tempo, è quello che ho detto all’inizio, il mio è un invito a rispettare l’amicizia, ad avere cura delle persone a cui siamo legati da questo nobile sentimento. È un messaggio che secondo me va a tutti, non ha limiti di età né barriere di alcun tipo, l’amicizia è un grande dono, e un piccolo dono come quello che ho voluto fare al mio amico Angelo vuole servire solamente a ricordarcelo, ogni giorno, perché gli amici rendono più belle le nostre vite proprio così, ogni giorno.  

Post Scriptum
Questo lo screenshot delle foto che ha pubblicato Angelo sui social il giorno del suo compleanno, secondo me si vede che è stato contento.

Sullo shop online del produttore è possibile ordinare la produzione di questo prodotto

lamiastoria@scritte.blog