Etica per un figlio

Etica per un figlio

ETICA PER UN FIGLIO

La Storia

Questa storia è dedicata a nostro figlio Giuseppe, camminerà con i suoi passi, racconta di libertà, di forza, di conoscenza, di passione, di educazione e di umiltà.

Moris e Nicoletta Peluso

 

Non è facile scegliere le parole per raccontare i sogni, le possibilità e il futuro che vorremmo per i nostri figli, e naturalmente la regola vale anche per noi.
Dopo averci pensato un pochino, ne abbiamo scelto sei di quelle che speriamo che accompagnino il nostro Giuseppe ogni giorno, poi tutte le altre parole che gli serviranno saprà lui come sceglierle.

Libertà
Vorremmo per nostro figlio la libertà che spetta a ogni figlio, la libertà di esprimere i propri sogni, le proprie ambizioni e il proprio carattere, in maniera tale che anche quando gli capiterà di perdere – capita a tutti, e aiuta a crescere – non sarà mai costretto a soccombere.

Forza
La forza  che gli vogliamo trasmettere è quella che gli permetterà di affrontare al meglio le difficoltà che incontrerà sul suo cammino.

Conoscenza
La conoscenza a cui teniamo di più è quella che sa andare oltre l’ignoranza fino a sconfiggerla, perché spesso rappresenta il peggior ostacolo che incontriamo sul nostro cammino.

Passione
La passione per le cose giuste della vita, e per quelle belle, compresa la bellezza di correre fin da piccolo appresso a un pallone.

Educazione
Educazione è una parola fondamentale nel rapporto tra genitori e figli, tutti noi speriamo di trasmetterla e facciamo il possibile per riuscirci. Pensiamo all’educazione che è rispetto per sé stessi e per gli altri, l’educazione che è anche etica sia in ambito privato che in quello pubblico.

Umiltà
Umiltà è una parola bellissima, perché anche quando ti dimostri superiore in qualcosa non ti fa mai sentire superiore, è l’umiltà che non ti fa perdere il senso e la misura, l’umiltà che non ti fa mai passare la fame di migliorarti.

 

 

lamiastoria@scritte.blog